Casella PEC

ORDINANZA SINDACALE CONTINGIBILE E URGENTE N. 63 DEL 16/08/2018

ORDINANZA CONTINGIBILE E URGENTE N. 63 DEL 16/08/2018 – PRESCRIZIONI PER LA GESTIONE DEL RISCHIO LEGIONELLA POPOLAZIONE RESIDENTE VIA PRIVATA EMILIO PASINI E VIA DEGLI ALPINI IN FRAZIONE BORNATO.

IL SINDACO

 VISTA la nota acclarata al protocollo del Comune al n. 14008 del 16/08/2018 con la quale la Direzione Sanitaria di Brescia comunica che a seguito dei recenti casi di legionellosi riscontrati nella Frazione di Bornato, al fine di eliminare la contaminazione da parte del microorganismo nel sistema idrico delle abitazioni della zona comunica le raccomandazioni da notificare alla popolazione residente in via E. Pasini e in Via Degli Alpini:

  • Smontare, disincrostare e disinfettare i filtri dei rubinetti, i soffioni e i tubi flessibili delle docce, se del caso provvedere alla loro
  • per gli scaldabagno da accumolo: portare e mantenere la temperatura dell’acqua calda a 70-80°C, per tre giorni consecutivi, assicurando il suo deflusso da tutti i punti di erogazione, per almeno 30 minuti al giorno;
  • per gli scaldabagno istantanei (a gas): portare la temperatura dell’acqua calda a 70-80°C, per tre giorni consecutivi, assicurando il suo deflusso da tutti i punti di erogazione, per almeno 30 minuti al giorno;

 VISTO l’elenco della popolazione residente in Via Emilio Pasini come di seguito indicato:

R.S., P.R., P.E., B.P., M.R., F.M., M.G., F.G., A.P., S.C.F., C.M., V.I., V.R., B.L., B.S., P.P., O.G., B.G.G.

VISTO l’elenco della popolazione residente in Via Degli Alpini come di seguito indicato:

Z.G, T.A., A. G., K.M., M.D., S.N., S.T., G.I., M.B., M.G., P.D., S.G., S.M., P.G., V.A., V.G., Z.M., R.R., D.R., C.D., D.E., S.E., S.S., K.E.M., T.G.

 VISTO il documento recante le “Linee guida per la prevenzione ed il controllo della legionellosi” approvato in Conferenza Stato-Regioni, nella seduta del 7 maggio 2015, che riunisce ed aggiorna tutte le precedenti normative e linee guida nazionali in materia;

 CONSIDERATO che il batterio in questione può causare gravi infezioni polmonari (legionellosi), a maggior ragione se in elevata contaminazione, motivo per cui nella maggior parte dei paesi europei, inclusa l’Italia, i casi di legionellosi devono essere obbligatoriamente notificati alle competenti Autorità Sanitarie;

RITENUTA la piena sussistenza delle motivazioni che impongono al Sindaco di emanare provvedimenti contingibili ed urgenti al fine di eliminare i rischi che minacciano la salute dei cittadini nei casi di emergenze sanitarie e di igiene pubblica, come previsto all’art. 50, 5°comma, del Decreto Legislativo 18 agosto 2000, n. 267 “Testo unico delle leggi sull’ordinamento delle Autonomie Locali”;

VISTI gli artt. 21 bis e ter della L.241/90;

 RITENUTO di dover prontamente agire nell’interesse della tutela della salute pubblica con la presente ordinanza contingibile e urgente, ex art. 50, co. 5, D.Lgs. n. 267/2000, comunicando alla popolazione residente in Via E. Pasini e in Via Degli Alpini le raccomandazioni indicate dall’ATS nella nota sopra indicata:

ORDINA

A tutti i residenti in Via Emilio Pasini e in Via Degli Alpini, come di seguito indicato:

R.S., P.R., P.E., B.P., M.R., F.M., M.G., F.G., A.P., S.C.F., C.M., V.I., V.R., B.L., B.S., P.P., O.G., B.G.G.

Z.G, T.A., A. G., K.M., M.D., S.N., S.T., G.I., M.B., M.G., P.D., S.G., S.M., P.G., V.A., V.G., Z.M., R.R., D.R., C.D., D.E., S.E., S.S., K.E.M., T.G.

Di provvedere, al fine di eliminare la contaminazione da parte del microorganismo, nel sistema idrico delle abitazioni ad eseguire i seguenti interventi:

 Smontare, disincrostare e disinfettare i filtri dei rubinetti, i soffioni e i tubi flessibili delle docce, se del caso provvedere alla loro

  • per gli scaldabagno da accumolo: portare e mantenere la temperatura dell’acqua calda a 70-80°C, per tre giorni consecutivi, assicurando il suo deflusso da tutti i punti di erogazione, per almeno 30 minuti al giorno;
  • per gli scaldabagno istantanei (a gas): portare la temperatura dell’acqua calda a 70-80°C, per tre giorni consecutivi, assicurando il suo deflusso da tutti i punti di erogazione, per almeno 30 minuti al giorno;

 INCARICA

 L’ATS di Brescia – Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria ed il Comando di Polizia Locale, per la parte di rispettiva competenza, alla vigilanza e all’esecuzione del presente provvedimento

 AVVISA

 Che l’inosservanza delle misure adottate sarà punita ai sensi del D. Lgs 267/2000, art. 7/bis e Relativi Regolamento Comunale con sanzione pecuniaria amministrativa prevista.

 Contro il presente atto è ammesso ricorso al TAR della Lombardia entro 60 giorni dalla data di notificazione.

DISPONE

 

la notifica della presente:

– ai residenti delle Vie Emilio Pasini e Via Degli Alpini;

– alla ATS di Brescia -Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria, presso la sede di Viale Duca degli Abruzzi, 15 – Brescia;

–  al Comandante della Polizia Locale di Cazzago San Martino;

– al Comandante della stazione dei Carabinieri di Cazzago San Martino, via della Pace n. 53;

 

sia resa nota mediante:

– affissione  all’Albo Pretorio del Comune;

– pubblicazione sul sito internet del Comune di Cazzago San Martino www.comune.cazzago.bs.it.

  IL VICE SINDACO

Maria Teresa Rag. Venni

 

 

 

 

 

 

COMUNE DI CAZZAGO SAN MARTINO-Avviso per prevenzione/controllo della legionellosi

AVVISO PER PREVENZIONE/CONTROLLO DELLA LEGIONELLOSI

Premesso:

– che a seguito dei recenti casi di Legionellosi riscontrati nelle vie Emilio Pasini e Degli Alpini in frazione Bornato,

– che ai residenti delle vie sopra indicate si è provveduto a notificare apposita ordinanza contingibile e urgente;

– che l’ ATS con nota acclarata al protocollo del Comune al n. 3734 del 16/08/2018 ha provveduto a comunicare che sono in corso ulteriori accertamenti al fine di monitorare la situazione anche nelle vie adiacenti, oltre che su tutta la rete acquedottistica

Con la presente

si invita

 a porre in essere tutte le azioni preventive per monitorare la situazione e prevenire il batterio, come da avviso dell’Amministrazione Comunale pubblicato sul sito e affisso negli spazi comunali del territorio che ad ogni buon conto di seguito si riportano:

NORME DI COMPORTAMENTO

 Il batterio della legionella NON si trasmette:

  • da persona a persona;
  • attraverso gli alimenti;
  • bevendo e utilizzando l’acqua per alimenti.

 

  • Provvedere alla manutenzione dei punti di emissione di acqua del rubinetto nelle abitazioni attraverso la sostituzione dei filtri o lasciandoli a bagno con anticalcare.
  • Lasciar scorrere l’acqua calda e poi la fredda prima di utilizzarla, allontanandosi dal  punto di emissione dopo l’apertura dei rubinetti ed aprendo le finestre. Eseguire sempre questa operazione dopo periodi di assenza dall’abitazione (esempio periodo di ferie).
  • A titolo precauzionale, all’esterno delle abitazioni evitare le fonti di emissione di acqua vaporizzata, ad esempio non stazionando nei pressi degli irrigatori automatici o delle fontane presso le abitazioni.
  • Fare la doccia solo dopo aver fatto scorrere l’acqua calda e fredda ed essersi momentaneamente allontanati dal punto di emissione dell’acqua e avere aperte le finestre.
  • Evitare l’utilizzo di vasche con idromassaggio.
  • Evitare di irrigare i giardini utilizzando pompe con diffusori a spruzzo.
  • Evitare di lasciare esposte al sole le canne per irrigazione di orti e giardini.
  • Evitare l’impiego di acqua del rubinetto per riempire gli apparecchi per aerosolterapia o ossigenoterapia.
  • Smontare, disincrostare e disinfettare i filtri dei rubinetti, i soffioni e i tubi flessibili delle docce. Se del caso provvedere alla loro
  • Portare la temperatura dell’acqua calda a 70-80°C per tre giorni consecutivi assicurando il suo deflusso da tutti i punti di erogazione per almeno 30 minuti al

Si comunica che l’Ente Gestore dell’acquedotto ha già iniziato a mettere in atto un intervento di clorazione dell’acqua distribuita.

 Il Vice Sindaco

(Venni Rag. Maria Teresa)

stampa l’avviso

legionella_avviso prevenzione controllo2

LEGIONELLOSI-AVVISO ALLA POPOLAZIONE

AVVISO ALLA POPOLAZIONE

 

In seguito ai recenti casi di Legionellosi riscontrata in residenti in Bornato nel Comune di Cazzago San Martino, si comunica che l’Ente Gestore dell’acquedotto ha già messo in atto un intervento di clorazione dell’acqua distribuita.

Al fine di controllare la contaminazione da Legionella nel sistema idrico delle abitazioni della zona, si raccomanda alla popolazione residente in via Pasini e in via degli Alpini di adottare le seguenti misure:

  • smontare, disincrostare e disinfettare i filtri dei rubinetti, i soffioni e i tubi flessibili delle docce. Se del caso provvedere alla loro sostituzione;
  • portare la temperatura dell’acqua calda a 70-80°C per tre giorni consecutivi assicurando il suo deflusso da tutti i punti di erogazione per almeno 30 minuti al

Sono in corso ulteriori accertamenti al fine di monitorare la situazione anche nelle vie adiacenti e su tutta la rete acquedottistica interessata.

 

leggi e stampa la comunicazione:

avviso legionellosi alla popolazione Comune di Cazzago SM2

 

LEGIONELLOSI – COMUNICATO STAMPA

LEGIONELLOSI

Comunicato Stampa

comunicato_stampa_legionella_Cazzago.pdf

 

LEGIONELLOSI-INIZIATIVE DEL COMUNE DI CAZZAGO SAN MARTINO

COMUNE DI CAZZAGO SAN MARTINO

 

LEGIONELLOSI

INIZIATIVE DEL COMUNE DI CAZZAGO SAN MARTINO

In merito ai due casi di legionellosi verificatisi nel Comune di Cazzago San Martino, in frazione Bornato, si è provveduto immediatamente a porre in essere tutte le iniziative possibili per monitorare costantemente la situazione e prevenire il batterio.

LE ANALISI SUI CAMPIONI 

La ATS di Brescia ha già svolto stamattina, in data 10/08/2018, il campionamento ambientale nelle due uniche abitazioni interessate dal fenomeno ed anche in tutte le altre abitazioni vicine.

Sono in corso presso il Laboratorio di Prevenzione di ATS  le analisi dei campioni prelevati i cui primi esiti definitivi saranno pronti tra qualche giorno. Tutti i campioni sono stati portati presso i laboratori di ATS di Brescia. I tempi per ottenere l’analisi microbiologica colturale definitiva sono di 10 giorni.

Si precisa che la gestione della Rete Idrica del Comune di Cazzago San Martino è affidata alla società Acque Bresciane, che nell’ anno 2018 ha presentato un Piano di Interventi che risultano tutt’ ora in corso.

LE INIZIATIVE DEL COMUNE DI CAZZAGO SAN MARTINO

Si sta provvedendo a fornire le dovute informazioni alla cittadinanza.

L’Amministrazione è in attesa di avere precise indicazione dall’ATS per una cognizione effettiva del fenomeno.

LE AZIONI INTRAPRESE

L’Amministrazione Comunale intraprende da subito informativa rispetto ai corretti comportamenti da tenere per prevenire il contagio da legionella e per la corretta manutenzione degli impianti idrici domestici.

Ha incontrato i rappresentanti dell’ ATS chiedendo loro di adoperarsi per adottare tutte le azioni utili per ridurre il rischio di infezioni da legionella.

Si evidenzia che risulta utile provvedere alla sanificazione (di fatto la disinfezione profonda) degli impianti idrici domestici (condominiali o appartamenti) che deve essere fatta da imprese specializzate secondo le linee guida diffuse dal ministero della Sanità. Si tratta in ogni caso di operazioni comuni e note alle imprese specializzate e per ogni dubbio è possibile contattare l’Amministrazione Comunale.

L’ORIGINE DEL CONTAGIO E LE PRECAUZIONI DA TENERE

Al momento non è purtroppo possibile individuare le origini del contagio, tutti gli sforzi delle autorità sanitarie sono volte a questo obiettivo. L’importante, tuttavia, è evitare inutili allarmismi e seguire le indicazioni di seguito elencate.

NORME DI COMPORTAMENTO

Il batterio della legionella NON si trasmette:

  • da persona a persona;
  • attraverso gli alimenti;
  • bevendo e utilizzando l’acqua per alimenti.

Non esiste alcun tipo di rischio per l’utilizzo dell’acqua alimentare e non sussiste alcuna restrizione al normale svolgimento dell’attività nelle varie comunità (scuole, luoghi di lavoro, ecc).

Si segnala che occorre

  • Provvedere alla manutenzione dei punti di emissione di acqua del rubinetto, soprattutto dai soffioni delle docce, nelle abitazioni attraverso la sostituzione dei filtri o lasciandoli a bagno con anticalcare.
  • Lasciar scorrere l’acqua calda e poi la fredda prima di utilizzarla, allontanandosi dal  punto di emissione dopo l’apertura dei rubinetti ed aprendo le finestre. Eseguire sempre questa operazione dopo periodi di assenza dall’abitazione (esempio periodo di ferie).
  • A titolo precauzionale, all’esterno delle abitazioni evitare le fonti di emissione di acqua vaporizzata, ad esempio non stazionando nei pressi degli irrigatori automatici o delle fontane presso le abitazioni.
  • Fare la doccia solo dopo aver fatto scorrere l’acqua calda e fredda ed essersi momentaneamente allontanati dal punto di emissione dell’acqua e avere aperte le finestre
  • Evitare l’utilizzo di vasche con idromassaggio.
  • Evitare di irrigare i giardini utilizzando pompe con diffusori a spruzzo.
  • Evitare di lasciare esposte al sole le canne per irrigazione di orti e giardini.
  • Evitare l’impiego di acqua del rubinetto per riempire gli apparecchi per aerosolterapia o ossigenoterapia

Le persone affette da patologie croniche come diabete, malattie polmonari croniche, cardiopatie o altre patologie che deprimono il sistema immunitario come tumori, patologie infettive in corso devono prestare particolare attenzione ad alcuni sintomi: all’insorgere di difficoltà respiratorie e febbre è opportuno che si rivolgano al più presto al proprio medico curante.

Cazzago San Martino, 10 agosto 2018

AVVISO PUBBLICAZIONE ALBI GIUDICI POPOLARI DEFINITIVI

elenchi-giudici-popolari.pdf

AGGIORNAMENTO ALBO SCRUTATORI DI SEGGIO ELETTORALE e ALBO PRESIDENTI DI SEGGIO ELETTORALE

Albo Scrutatori: Avviso.docdomanda.doc

 

Albo Presidenti: Avviso.docdomanda.docx

Contributi a fondo perduto per le Imprese

Incontro di aggiornamento per le imprese al dettaglio, della ristorazione e della ricettività

Volantino Bandi Cazzago 2018.pdf

Cinema all’aperto: programmazione

cinema all aperto 2018.pdf

Servizio di Continuità Assistenziale (ex Guardia Medica)

AVVISO PER LA POPOLAZIONE
Si informa che a partire dal
1 agosto 2018
il Servizio di Continuità Assistenziale
sarà trasferito dall’ambulatorio di Chiari
all’ambulatorio di via Matteotti n. 1 – Rovato
telefono 030 8377142

Il Servizio di Continuità Assistenziale.pdf