Casella PEC

ORDINANZA CONTINGIBILE E URGENTE N. 64 DEL 20.08.2018: INTERVENTI DI PREVENZIONE E GESTIONE DEL RISCHIO LEGIONELLA.

IL SINDACO

 VISTA E RICHIAMATA la propria precedente ordinanza contingibile e urgente n. 63 del 16/08/2018 con la quale è stato ordinato a tutti i residenti in Via Emilio Pasini e in Via Degli Alpini di provvedere, al fine di eliminare la contaminazione da parte del microorganismo, nel sistema idrico delle abitazioni ad eseguire i seguenti interventi:

  • Smontare, disincrostare e disinfettare i filtri dei rubinetti, i soffioni e i tubi flessibili delle docce, se del caso provvedere alla loro
  • Per gli scaldabagno da accumolo: portare e mantenere la temperatura dell’acqua calda a 70-80°C, per tre giorni consecutivi, assicurando il suo deflusso da tutti i punti di erogazione, per almeno 30 minuti al giorno;
  • per gli scaldabagno istantanei (a gas): portare la temperatura dell’acqua calda a 70-80°C, per tre giorni consecutivi, assicurando il suo deflusso da tutti i punti di erogazione, per almeno 30 minuti al giorno;

 VISTA la nota dell’ATS di Brescia inviata via PEC ed acclarata al protocollo del Comune al n. 14221 del 20/08/2018:

che trasmette gli esiti delle prime analisi eseguite in data 10/08/2018 che hanno interessato le seguenti abitazioni:

  • abitazione A.M. Via Pasini civ. 12/14
  • abitazione C.M. Via Pasini civ. 15
  • abitazione M.G. Via Pasini civ. 10
  • abitazione V. Via Pasini civ.19
  • abitazione B. Via Pasini civ. 13

– che chiede di procedere a notificare gli esiti analitici ed ad emettere ulteriore sollecito ad eseguire bonifica sanitaria dell’impianto secondo le indicazioni già emanate nell’ordinanza sopra richiamata;

– che rammenta, che prima di utilizzare l’acqua sanitaria è necessario effettuare la disinfezione/bonifica dell’impianto come da indicazioni contenute nell’ordinanza sindacale più sopra richiamata;

– che, previa comunicazione delle avvenute procedure di disinfezione, procederà ad eseguire ulteriori accertamenti presso le abitazioni sopra riportate, finalizzati alla verifica della eradicazione del batterio

CONSIDERATO che sussistono motivazioni che impongono al Sindaco di emanare un provvedimento contingibile ed urgente al fine di sollecitare l’esecuzione di bonifica sanitaria degli impianti nelle abitazioni nella nota dell’ATS sopra indicate;

DATO ATTO che la legionellosi viene generalmente contratta attraverso le vie respiratorie per inalazione di piccole goccioline di acqua trasportate dall’ aria contenente il batterio (ovvero di particelle di polvere derivate dall’essiccamento di queste goccioline) e, pertanto, le più comuni fonti di infezione sono rappresentate da tutti i sistemi contaminati che generano la formazione di aerosols;

 POSTO che il rischio di malattia è correlato ad una predisposizione individuale (età, fumo, alcoolismo, patologie croniche…) ;

 RITENUTO di dover prontamente agire nell’interesse della tutela della salute pubblica, provvedendo alla notifica dell’esito analitico delle prime analisi eseguite in data 10.08.2018 dall’ATS ed a sollecitare ad eseguire bonifica sanitaria degli impianti secondo le indicazioni già emanate nella propria ordinanza sindacale n. 63 del 16/08/2018 ai proprietari delle seguenti abitazioni:

  • abitazione A.M. Via Pasini civ. 12/14
  • abitazione C.M. Via Pasini civ. 15
  • abitazione M.G. Via Pasini civ. 10
  • abitazione V. Via Pasini civ.19
  • abitazione B. Via Pasini civ. 13

VISTO l’art. 50 co. 5 del D.Lgs. 267/2000;

 ORDINA

 1) DI NOTIFICARE l’esito analitico delle prime analisi eseguite in data 10/08/2018 dall’ATS trasmesse con nota acclarata al protocollo del Comune al n. 14221 del 20/08/2018 ai cittadini residenti in Cazzago San Martino, Via R. Pasini come di seguito indicato:

  • abitazione A.M. Via Pasini civ. 12/14
  • abitazione C.M. Via Pasini civ. 15
  • abitazione M.G. Via Pasini civ. 10
  • abitazione V. Via Pasini civ.19
  • abitazione B. Via Pasini civ. 13

2) IL SOLLECITO ad eseguire bonifica sanitaria del proprio impianto come da indicazioni già emanate nella propria ordinanza sindacale n. 63 del 16/08/2018 e precisamente:

  • smontare, disincrostare e disinfettare i filtri dei rubinetti, i soffioni e i tubi flessibili delle docce, se del caso provvedere alla loro
  • per gli scaldabagno da accumulo: portare e mantenere la temperatura dell’acqua calda a 70-80°C, per tre giorni consecutivi, assicurando il suo deflusso da tutti i punti di erogazione, per almeno 30 minuti al giorno;
  • per gli scaldabagno istantanei (a gas): portare la temperatura dell’acqua calda a 70-80°C, per tre giorni consecutivi, assicurando il suo deflusso da tutti i punti di erogazione, per almeno 30 minuti al giorno;

3) DI DISPORRE che l’ATS provveda ad effettuare nuove analisi dopo l’intervento di bonifica.

INCARICA

il servizio di igiene pubblica dell’ATS di Brescia e il Comando di Polizia Municipale, per la parte di rispettiva competenza, alla vigilanza e all’esecuzione del presente provvedimento

 AVVISA

 Che il Responsabile del Procedimento è il responsabile dell’Area Tecnica, Arch. Pierpaola Archini.

Che l’interessato può presentare documenti ed eventuali controdeduzioni a norma della vigente normativa in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso

Che la mancata esecuzione da parte del proprietario intimato, comporta oltre all’eventuale applicazione della sanzione prevista dall’art. 650 del Codice Penale, l’esecuzione d’ufficio a spese dello stesso.

DISPONE

la notifica della presente:

– ai proprietari delle abitazioni in ordinanza indicate.

– alla ATS di Brescia -Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria, presso la sede di Viale Duca degli Abruzzi, 15 – Brescia.

– alla Società Acque Bresciane srl.

–  al Comandante della Polizia Locale di Cazzago San Martino.

– al Comandante della stazione dei Carabinieri di Cazzago San Martino, via della Pace n. 53.

 

sia resa nota mediante:

– affissione all’Albo Pretorio del Comune.

– pubblicazione sul sito internet del Comune di Cazzago San Martino www.comune.cazzago.bs.it.

 

  IL VICE SINDACO

Maria Teresa Rag. Venni

Documento informatico sottoscritto con firma digitale ai sensi dell’art.24 del D.Lgs. n.82/2005 e ss.mm.ii.